Menu Principale

Trovi A.G.I.A.D. anche qui:

Login Form

La dislessia

logo agiad

 

 

 

 

Spesso, erroneamente, si tende a parlare solo di Dislessia Evolutiva. In effetti, la dislessia rappresenta una condizione fra quelle che possono acquisire un'etichetta diagnostica di Disturbo Specifico dell'Apprendimento.

La DISLESSIA è un disturbo a carattere neurobiologico, che contraddistingue quei bambini che, nonostante abbiano uno sviluppo tipico, non acquisiscono o faticano ad acquisire una lettura fluente e accurata in termini di velocità e correttezza. Nello specifico, la dislessia riguarda la difficoltà a riconoscere le lettere, i segni dell'ortografia, le regole di conversione da grafemi a suono e nella costruzione di singoli suoni in parole, in maniera automatica. Ciò significa che il bambino fatica a utilizzare queste competenze in maniera rapida e automatica (con dispendio di attenzione e risorse minimo), producendo molti errori.

A differenza di chi è in ritardo nell'acquisire la lettura, per un bambino con dislessia tale processo rimarrà lento e faticoso anche col procedere della scolarizzazione. Uno sviluppo delle competenze è sempre possibile, a prescindere dalla gravità di partenza; un bambino con dislessia non arriva però mai a normalizzare la sua competenza di lettura. 

Quali sono gli errori tipici nella lettura?

  •  Riconoscimento di lettere: a/e/o ,  b/d/p/q ,  m/n/u sono le difficoltà più frequenti
  •  Scambio di grafema: sole per sale, certa per carta
  •  Inclusione di grafema o di sillaba: dicetendo per dicendo
  •  Omissione di grafema o sillaba: pingere invece di piangere
  •  Anticipazione da riconoscimento iniziale: sembra “sparare” la parola
  •  Errori di accentazione: piangére invece di piangere

E' possibile porre diagnosi di dislessia a partire dalla fine della seconda classe della primaria.