Menu Principale

Trovi A.G.I.A.D. anche qui:

Login Form

La disortografia

logo agiad

 

 

 

La DISORTOGRAFIA rappresenta una marcata difficoltà nell'applicare le regole di conversione dal suono alla parola scritta (riconoscere i suoni che compongono la parola, individuare le lettere che la compongono e le regolarità o irregolarità ortografiche presenti, individuare il corretto ordine con cui questi elementi si compongono). E' quindi il disturbo specifico di scrittura che riguarda la componente costruttiva della scrittura (ovvero gli aspetti linguistici) e consiste nella difficoltà di scrivere in maniera corretta dal punto di vista grammaticale.

Il bambino può quindi produrre errori di omissione, scambio, inversioni di lettere o di errato utilizzo di regole ortografiche.

Nei casi meno gravi, il numero degli errori può ridursi a livelli di normalità se il soggetto pone tutta la sua attenzione alle regole di conversione fra suono e grafema (per esempio in un dettato), ma questi possono ripresentarsi quando la richiesta è di distribuire le proprie risorse cognitive fra competenza ortografica, sintassi, produzione di idee ed esposizione (per esempio in un tema). Ciò è dovuto al fatto che tale competenza fatica a diventare automatica e momenti di affaticamento o richieste che impegnano le risorse cognitive ed attentive possono provocare un aumento degli errori. 

Quali sono gli errori che si possono incontrare nella scrittura?

  • Omissioni: pote invece di ponte, finetra invece di finestra
  • Sostituzioni: cafolo invece di cavolo, tente invece di dente
  • Inversioni: improtante invece di importante
  • Errori di doppia: palone invece di pallone
  • Errori con CH-GH, CIE-CIA, GN, GLI: ciave invece di chiave; ranio invece di ragno
  • Errori con H o CQ: a speso invece di ha speso;quore invece di cuore
  • Errori di accento: percio invece di perciò.

E' possibile porre diagnosi di disortografia a partire dalla fine della seconda classe della primaria.