Trovi A.G.I.A.D. anche qui:

Login Form

Collabora con noi

 

                                  

 

 

 

 

 

 

Sei un GENITORE alle prese con i disturbi specifici dell'apprendimento e vuoi mettere a servizio la tua esperienza?

Sei un INSEGNANTE che desidera mettere a servizio di altri colleghi  strategie utili?

Sei un ESPERTO che ritiene doveroso incentivare l'informazione capillare sui dsa e sostenere le famiglie nei problemi quotidiani?

Sei un INFORMATICO che offrirebbe volentieri il suo supporto ai ragazzini e genitori per l'uso di software in aiuto allo studio?

Vuoi dedicarci un po del tuo tempo ?

Contattaci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure ai recapiti telefonici nell'area CONTATTI del sito 

 

 

Agiad e' un'associazione fondata da genitori e insegnanti che vivono quotidianamente le problematiche derivanti dalla poca informazione e conoscenza dei disturbi specifici dell'apprendimento, per questo motivo hanno deciso di creare una rete capillare che possa sostenere da vicino le famiglie attraverso il supporto e sostegno con figure preposte, oltre che con la propria esperienza.

 

Un volontario è uno come te che decide di dedicare una parte del suo tempo e delle sue energie ad una causa, senza percepire null'altro che sia il piacere di aver fatto qualcosa di bello e di utile per la collettività. L'impegno può essere maggiore o minore, a seconda della volontà e della possibilità di ognuno.  

 

 

La maggior parte del lavoro svolto in AGIAD è realizzato nel tempo libero da volontari che provengono dai più diversi ambiti professionali.

Se pensi di voler contribuire con la tua opera di volontariato, contattaci, per l'attivita' di supporto giornaliera non sono necessarie qualifiche specifiche, l’aiuto dei volontari è necessario per tutta la durata dell’anno e il tempo che offri per contribuire, anche se poco, sarà sempre molto apprezzato.

 

 

 

Fare volontariato

 

Stare accanto a uomini, donne e bambini che hanno necessita' di un consiglio, un aiuto, è fonte di arricchimento personale.

È questa una delle motivazioni principali che spinge alcuni individui a dedicare una parte del proprio tempo libero al servizio di chi ha scoperto di avere un disturbpo specifico dell'apprendimento e non sa come muoversi, non conosce questa caratteristica, le strategie e gli strumenti che possono aitarlo a superare le difficolta' per accedere allo studio in modo paritario, cosa prevede la normativa.

La scelta di porsi "volontariamente" all'interno di un'associazione non è difficile da prendere come potrebbe sembrare a prima vista. L'unica cosa da fare prima di iniziare questo cammino è riflettere e fare propri alcuni punti fondamentali:

1) Comprendere quale sia la motivazione che ci induce ad iniziare questo percorso;

2) Sentire qual è il compito di cui sentiamo di poterci occupare;

3) Sapere che non è un gioco e che per poter iniziare e continuare questo "percorso" sono necessari: impegno, costanza, attenzione, dedizione, prudenza e soprattutto, e prima di tutto, tanta voglia di donare Amore.

 
 
COSA FA UN VOLONTARIO 
 
Il volontario, insieme con le altre figure che ruotano intorno allo studente e alla sua famiglia, deve innanzi tutto sostenere,  consigliare e indirizzare verso "buone prassi e indicazioni" che consentano di  costruire e stabilire un equilibrio per poter vivere serenamente un diverso modo di apprendere.

Il primo compito che è chiamato a svolgere consiste nell'instaurare un rapporto con le famiglie per cercare, con molta umiltà e senza la pretesa di risolvere qualcuno dei loro problemi, di Ascoltare quali sono i  bisogni, le  ansie, i timori, le paure, i  desideri.

Un'altra funzione, molto importante da assolvere, riguarda la necessità di Affiancare lo studente e la sua famiglia nella loro vita scolastica quotidiana contro i problemi della poca conoscenza dei DSA che, purtroppo, sono ancora presenti. Ancora oggi, infatti, la causa della scarsa informazione e formazione di tutti i soggetti preposti all'apprendimento, a partire dall'eta' prescolare, chi riceve una diagnosi di DSA puo' vivere  in una situazione di discriminazione e di non corretta gestione del DSA, non consentendo quindi un sereno percorso scolastico, con ricadute sull'aspetto emotivo e psicologico dello studente.

 

 

 

VOLONTARIATO COME CRESCITA PERSONALE
 
Decidere di fare il volontario, non significa solo e soprattutto offrire un servizio nei confronti del prossimo: è anche un regalo che facciamo a noi stessi, perchè possiamo imparare qualcosa di importante ed utile anche per la ns. vita.

 

Lavorando in questo modo si può perdere l'abitudine di imporre agli altri i propri giudizi, le proprie credenze e convinzioni e imparare a mettersi a disposizione senza presunzione. Sono proprio le persone che vivono questa situazione che ci possono insegnare a vedere veramente quali sono i nostri limiti, i nostri pregiudizi, i nostri difetti e le nostre paure.

 

Stare accanto a chi ha necessita' di sostegno ci dona l'opportunità di ricevere un insegnamento significativo che può servire come strumento per il vivere quotidiano. Offre, a chi vive questa esperienza, la possibilità di imparare ad interagire con il prossimo, insegnandogli a porsi di fronte agli altri in una situazione di "ascolto " e di "silenzio". Condizioni, queste, molto importanti per divenire più sensibili nei confronti dei problemi di chi ci avvicina.

 

Fare volontariato ci può insegnare a comprendere quali sono i valori più importanti e profondi della nostra vita e, tutto questo, potrà accadere facendo una cosa semplicissima: decidendo di metterci a disposizione attraverso sportelli di ascolto o serate informative, a servizio di altre famiglie o insegnanti appena approdati a questa realta'.

 

IL DONO... Oltre a tutte le parole che si potrebbero utilizzare per descrivere cosa significhi fare veramente volontariato, sarebbe sufficiente fermarsi e farsi raccontare, da chi ha già fatto questa scelta da tempo, qualche esperienza vissuta, e mentre racconta guardarlo negli occhi, che soli possono trasmettere l'emozione e la gioia che gli vengono dal contatto vero con chi ha necessita' di essere supportato.

Con convinzione che ogni essere umano abbia diritto all’istruzione, e che ognuno di noi abbia la responsabilità di impegnarsi affinché tutti i bambini e ragazzi possano avere un sereno percorso scolastico, i nostri volontari sono attivi nel corso dell'anno prestando servizio e organizzando iniziative per la sensibilizzazione e la formazione, per il sostegno alle famiglie e agli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento.

Il nome dell’Associazione AGIAD, Associazione genitori, insegnanti e amici della dislessia, prende spunto dalla nostra mission, creare una rete tra tutti i soggetti coinvolti nei disturbi specifici dell’apprendimento: famiglie, insegnanti, educatori, professionisti, per l’unico fine: il benessere del bambino e del ragazzo.

La rete è stata il catalizzatore ed è il simbolo di tutti i progetti realizzati dall'organizzazione, oltre che dell’attitudine al servizio disinteressato che ne è parte integrante.

Scopo dell’Associazione è informare, divulgare e fare formazione per le problematiche inerenti i disturbi specifici di apprendimento, nello specifico Dislessia, Discalculia, Disortografia e Disgrafia.

L’Associazione si prefigge inoltre di promuovere lo sviluppo di tematiche ed approfondimenti utili al sostegno delle singole personalità.

L’A.G.I.A.D. promuove il diritto allo studio puntando sull’integrazione degli studenti con difficolta’ di apprendimento, fornisce indicazioni circa gli strumenti compensativi e dispensativi piu’ utili per aiutarli a raggiungere autonomia nello studio e una maggiore autostima.

Nel corso degli anni in molte regioni sono nati sportelli a sostegno delle attivita’ dell’associazione in ambito territoriale.

AGIAD è il nome collettivo, noto a livello nazionale, che raccoglie tutte le sedi territoriali denominate INFO POINT, organizzazioni che agiscono nelle rispettive realtà locali rispettando gli scopi dell’Associazione centrale.

Le opere di AGIAD sono diversificate e intervengono nelle comunità focalizzandosi sui bisogni delle persone, attraverso progetti sostenuti completamente dal lavoro dei volontari.

Per leggere nel dettagli quali attivita' svolge la nostra Associazione potete consultare la pagina: Attivita' dell'associazione.

 

 



 

 
 
VUOI APRIRE UN INFO POINT NEL TUO COMUNE O NELLA TUA CITTA'?
 
 

Contattaci , e ti forniremo tutto l'aiuto necessario Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure fai riferimento ai numeri di telefono indicati nella sezione: CONTATTI

Gli info point, come da delibera dell'Assemblea del direttivo , non richiedono alcuna pratica burocratica, se non l'iscrizione all'Albo delle Associazioni del proprio Comune, poi si puo' operare a tutti gli effetti per nome e conto dell'Associazione organizzando iniziative e progetti a favore dell'informazione e formazione nell'ambito dei disturbi specifici

dell'apprendimento DSA.

E' possibile aprire Info Point sul territorio Nazionale e Internazionale. Coloro che collaborano come referenti o collaboratori degli INFO POINT lo fanno in forma volontaria gratuita .

Un info point puo' essere aperto da un minimo di due/tre persone, il genitore o l'insegnante che decide di intraprendere questa avventura e' consigliabile che trovi sul proprio territorio uno o piu' professionisti disponibili a collaborare gratuitamente per supportare le attivita' specifiche dell'info point.

Agiad ha deliberato una serie di attivita' approvate dal Comitato Scientifico che tutti gli info point possono sviluppare sul proprio territorio attenendosi al regolamento interno. 

 

 TI ASPETTIAMO, ABBIAMO BISOGNO ANCHE DI TE! 

"UN INSIEME DI GOCCE, FORMANO L'OCEANO!"