Trovi A.G.I.A.D. anche qui:

Login Form

Veneto

 

  • Legge regionale 4 marzo 2010 "Interventi a favore delle persone con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA) e disposizioni in materia di servizio sanitario regionale"

Art. 1 - Finalità.

1. La Regione del Veneto riconosce la dislessia, la disgrafia o disortografia e la discalculia, quali disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) che limitano l'utilizzo della capacità di lettura, di scrittura e di calcolo e ostacolano il pieno sviluppo delle potenzialità dell’individuo, arrivando spesso a compromettere l’equilibrio psicologico individuale e familiare della persona con DSA. 
Art. 2 - Interventi.
1. La Regione promuove e sostiene interventi a favore delle persone con DSA volti a: 
a) garantire le condizioni ottimali nelle quali le persone con DSA possano utilmente realizzare la loro persona nella scuola, nel lavoro e nella società; 
b) promuovere la diagnosi precoce dei DSA nell’ambito di una stretta collaborazione tra strutture socio-sanitarie, pubbliche e private, famiglie e istituzioni scolastiche; 
c) formare e sensibilizzare gli operatori socio-sanitari, gli insegnanti e i genitori in merito alle problematiche collegate ai DSA; 
d) permettere una diagnosi tempestiva e corretta, anche quando si tratta di persone non più comprese nell’età evolutiva; 
e) promuovere e favorire percorsi riabilitativi idonei per le persone con DSA; 
f) favorire specifiche iniziative volte a facilitare l’apprendimento e il pieno sviluppo della persona con DSA. 
Art. 3 - Adeguamento del sistema socio-sanitario regionale.
1. La Regione adotta ogni misura necessaria per adeguare il sistema socio-sanitario regionale alle problematiche dei DSA, dotando i servizi distrettuali per l’infanzia e adolescenza di personale qualificato. 
2. La Giunta regionale, attraverso le aziende unità locali socio-sanitarie (ULSS) e in collaborazione con gli operatori scolastici, promuove iniziative dirette all’identificazione precoce delle persone con DSA e all’attivazione di percorsi individualizzati di recupero. 
3. La diagnosi dei DSA è effettuata da neuropsichiatri infantili o psicologi, dipendenti dalle aziende ULSS, ospedaliere e ospedaliero-universitarie integrate, o da strutture private accreditate ai sensi della legge regionale 16 agosto 2002, n. 22 “Autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali” e successive modificazioni. 
4. Il trattamento riabilitativo è effettuato da psicologi, pedagogisti, educatori e logopedisti, formati sulle problematiche dei DSA. 
5. Presso l’Azienda ULSS n. 20 di Verona è individuato il centro di riferimento regionale per i DSA che ha il compito di realizzare sperimentazioni clinico-assistenziali, ricerche e studi pilota in tema di trattamento dei DSA. (1
Art. 4 - Formazione nelle strutture socio-sanitarie, nella scuola e nelle famiglie.
1. La Giunta regionale, nell’ambito della programmazione della formazione socio-sanitaria, promuove interventi per la formazione e l’aggiornamento degli operatori socio-sanitari preposti alla diagnosi e alla riabilitazione delle persone con DSA nonché dei familiari che assistono le persone con DSA. 
2. La Giunta regionale, di concerto con l’Ufficio scolastico regionale, con le università del Veneto e con le aziende ULSS, promuove la formazione di personale docente e dirigente delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, pubbliche e private, quali le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, di primo e secondo grado, delle università degli studi del Veneto e del sistema di istruzione e formazione professionale regionale. 
Art. 5 - Attività lavorativa e sociale.
1. La Regione assicura alle persone con DSA pari opportunità di sviluppo delle proprie capacità in ambito sociale e professionale. 
2. Nei concorsi pubblici indetti dalla Regione e dagli enti strumentali regionali è garantita pari opportunità, nelle forme assicurate dai bandi di concorso, alle persone con DSA che dimostrino il loro stato con certificazione medica; in particolare, possono essere previsti l’utilizzo di strumenti compensativi e il prolungamento dei tempi stabiliti per l’espletamento delle prove, in relazione alle specifiche necessità delle persone con DSA. 
Art. 6 - Campagne di informazione e sensibilizzazione.
1. La Giunta regionale, attraverso il centro regionale di cui all’articolo 3, programma campagne informative e di sensibilizzazione aventi per oggetto le problematiche afferenti ai DSA rivolte all’opinione pubblica, ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, con particolare attenzione alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, pubbliche e private, quali le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, di primo e secondo grado, alle università degli studi del Veneto e al sistema di istruzione e formazione professionale regionale. 
Art. 7 - Contributi.
1. La Giunta regionale, previa definizione di modalità e termini per la presentazione delle relative domande, eroga alle aziende ULSS e agli enti locali contributi per la realizzazione di progetti, inseriti nei piani di zona di cui all'articolo 8, comma 2, della legge regionale 14 settembre 1994, n. 56 , finalizzati alla diagnosi e al trattamento riabilitativo delle persone con DSA e per favorire lo studio quotidiano a casa, con particolare riferimento alle famiglie più bisognose. 
Art. 8 - Norma finanziaria.
1. Agli oneri derivanti dall’attuazione della presente legge quantificati in euro 500.000,00, di cui euro 150.000,00 finalizzati al funzionamento del centro di cui al comma 5 dell’articolo 3, si fa fronte con le risorse allocate nell’upb U0140 “Obiettivi di piano per la sanità” del bilancio di previsione 2011 e pluriennale 2011-2013. (2)
Art. 9 - Interventi per la razionalizzazione della spesa delle aziende e degli enti del servizio sanitario regionale.
1. La disciplina di cui all’articolo 37, commi 2, 3, 4 e 5 della legge regionale 19 febbraio 2007, n. 2 “Legge finanziaria regionale per l’esercizio 2007” è confermata per il triennio 2010-2012”. 


Note

(1) Comma così modificato da articolo 18, comma 1, della legge regionale 18 marzo 2011, n. 7 che ha sostituito le parole “Presso l’Azienda ospedaliero-universitaria integrata di Verona” con le parole “Presso l’Azienda ULSS n. 20 di Verona”. 
(2) Articolo così sostituito dall’articolo 18, comma 2, della legge regionale 18 marzo 2011, n. 7 .
 
Per scaricare il formato Pdf della Legge Regionale n. 14 accedere all'area riservata o cliccare qui.
 
 
 
  • Deliberazioni della Giunta Regionale N. 2723 del 24 dicembre 2012 Recepimento Accordo-Stato Regioni del 25 luglio 2012. Indicazioni per la diagnosi e la certificazione dei disturbi specifici dell'apprendimento. Istituzione dell'Elenco dei soggetti privati abilitati al rilascio della diagnosi DSA e definizione dei requisiti, criteri e modalità per l'iscrizione e la conferma.
 
Con il presente provvedimento si recepisce l'Accordo Stato Regioni approvato 25 luglio 2012 recante "Indicazioni per la diagnosi e la certificazione dei disturbi specifici dell'apprendimento (DSA) e si istituisce l'Elenco dei soggetti privati abilitati al rilascio della diagnosi DSA definendo i requisiti, i criteri e le modalità per l'iscrizione. (...)
 
 
Per scaricare il formato Pdf della Circolare Prot 2723 accedere all'area dedicata o cliccare qui.
 
 
 
 
  • Decreto n. 72 Costituzione del Comitato Tecnico Regionale.
 
Per scaricare il formato Pdf del Decreto n. 72 accedere all'area dedicata o cliccare qui.
 
 
 
  • Documento riguardante progetti regionali per DSA.
 

Il provvedimento consente la possibilità di presentare progetti rivolti a bambini e ragazzi che hanno difficoltà di apprendimento e/o di frequenza scolastica anche a causa di particolari situazioni familiari o di salute. Lo scopo dei progetti è quello di fornire a tali soggetti ausili e supporto didattico per favorire la frequenza e l’apprendimento scolastico.

Per scaricare il formato Pdf del Documento Prot.1123 accedere all'area dedicata o cliccare qui
 
 
  • Delibera n. 29089 del 21/01/2013 riguardante i soggetti privati che possono emettere diagnosi.

Con accordo sancito il 25 luglio 2012 la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome ha approvato le "Indicazioni per la diagnosi e la certificazione dei disturbi specifici dell'apprendimento (DSA)" ai sensi della Legge 8 ott. 2010 n. 170 recante "Nuove norme in materia di disturbi specifici dell'apprendimento in ambito scolastico":

Va premesso che la materia era gia' stata ampiamente regolamentata nella Regione del Veneto, con modalità che hanno anticipato l'Accordo Stato Regioni in oggetto, in attuazione della Legge Regionale 4 marzo 2010, n. 16 "Interventi a favore delle persone con disturbi specifici dell'apprendimento e disposizioni in materia di servizio sanitario regionale", in particolare con la DGR n.8760 del 21/06/2011 di approvazione del Piano operativo per l'anno 2011.

Con provvedimento di Giunta Regionale DGR n. 2723 del 24/12/12 sonos tate aggiornate le indicazioni approvate con DGR n. 860 del 2011 alla luce dell'Accordo Stato Regioni, stabilendo (...) 

Per scaricare il formato Pdf della Delibera n. 29089 accedere all'area dedicata o cliccare qui
 
 
  • Circolare prot. n. 6456 C272 del 20/05/2013 "Diagnosi di DSA (legge n.170/2010) - Elenco aggiornato Strutture abilitate al rilascio della diagnosi" , per i fini di cui la Legge 170/2010 ed in applicazione della DGR 2723/2012.
 
Per scaricare il formato Pdf della Circolare n. 6456 C272 accedere all'area dedicata o cliccare qui.