come ritirare una diagnosi?

Dubbi, informazioni, consigli, tutto cio' che noi genitori ci troviamo a vivere nel quotidiano.

come ritirare una diagnosi?

Messaggioda ELENA.BUONI » gio dic 12, 2013 3:13 pm

Sono la mamma di un bambino cui nel 2010 è stato diagnosticato un disturbo DSA (cod ICD 10: F28, H91) leggermente disgrafico. Fin da subito siamo stati abbastanza scettici, abbiamo comunque effettuato tutti i controlli, e gli specialisti sono abbastanza discordi tra loro, comunque da allora G. è molto cambiato, abbiamo lavorato duro e adesso lo vediamo molto più spigliato. G. ha un QI medio alto, buoni risultati scolastici, legge moltissimo e benissimo, alle volte se non interessato continua a distrarsi. Oggi vado a firmare il PDP per quest'anno che come al solito è generico mal fatto e largamente disatteso. Quest'anno, mio figlio è in quinta e vorremmo voltare pagina e che la diagnosi (tra l'altro vecchia di 3 anni) non lo seguisse alla scuola secondaria, in parte perché il bambino dopo due anni di ginnastica psicomotoria (servita a poco) e un percorso privato con un riabilitatore grafo motorio ha compensato e la sua "fatica di scrivere" è molto diminuita, in parte perché inizia un nuovo ciclo scolastico è maturato e crediamo che sia giusto rifare il punto zero, la domanda è come faccio ad uscirne? Mi sento dentro un imbuto!!! Mi sono già rivolta a chi ha emesso la diagnosi tre anni fa (responsabile della struttura pubblica di riferimento per il nostro territorio) e al telefono senza vedere il bambino da allora mi ha detto che vuole una diagnosi di II grado e che non ritiene di rivedere la sua. Devo trovare una struttura pubblica che emetta una "controdiagnosi" o basta una mia dichiarazione scritta alla dirigente? La responsabile DSA per il plesso è stata vaga e imprecisa prima mi dice che è un mio diritto esercitare la patria potestà e chiedere di non considerare la diagnosi, poi mi sconsiglia comunque di ritirarla e addirittura mi spaventa insinuando che poi se ci saranno problemi in futuro la scuola non accetterà più di prendersi carico di eventuali disturbi... mi pare assurdo?
ELENA.BUONI
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio dic 12, 2013 2:39 pm

Re: come ritirare una diagnosi?

Messaggioda cristina » gio gen 09, 2014 10:22 am

Elena se non vuole che la diagnosi segua suo figlio alla scuola secondaria, basta non presentarla, ha la facolta' di farlo.
Mi sento di consigliarle pero' di valutare bene questa decisione: dalla scuola secondaria aumentano i contenuti e la quantità di studio, soprattutto dalla secondaria di secondo grado, e magari, una lieve disgrafia, se pur compensata, puo' dare qualche problema di affaticamento e compromettere magari i risultati scolastici, in modo che non corrispondano all'impegno profuso da suo figlio.
Le consiglio di valutare insieme agli insegnanti, agli specialisti , il da farsi, per non dover poi correre ai ripari.

Comunque in caso decida di consegnare la diagnosi nella nuova scuola, si ricordi che la normativa prevede che lei faccia fare un aggiornamento al documento. Deve quindi recarsi nuovamente presso la struttura dove e' stata fatta la prima diagnosi ( o anche una struttura diversa) e chiedere l'aggiornamento di diagnosi. Ne vale la pena, almeno puo' valutare la questione alla luce degli attuali risultati dei test.

In bocca al lupo!
Cristina
cristina
 
Messaggi: 5
Iscritto il: ven set 27, 2013 12:58 pm


Torna a Consigli tra genitori.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron