DSA - Bando Finanziamenti 2013

Notizie dal mondo dei disturbi specifici di apprendimento.

DSA - Bando Finanziamenti 2013

Messaggioda LauraGargioni » lun gen 13, 2014 5:31 pm

La DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA’ SOCIALE E VOLONTARIATO, della Regione Lombardia, ha pubblicato in data 30/12/2013 prot 12794, identificativo atto nr. 715; il Bando ex LR23/99 per l’acquisto di strumenti Tecnologicamente Avanzati, con assegnazione ed erogazione alle ASL della Regione per l’anno 2013.

La Direzione ha disposto che le domande accettate nel 2012 e NON erogate, avranno priorità sulle domande che verranno presentate nell’anno 2013. Ciò significa che, solo successivamente alla evasione delle domande accettate e non erogate per l’anno 2012, si potrà procedere ad accogliere le richieste per l’anno 2013.
A tale proposito le ASL destineranno almeno il 40% delle risorse complessivamente disponibili esclusivamente a finanziare le richieste di strumenti rientranti tra i dispositivi/sistemi “domotici”.
Tra i Beneficiari del Bando ci sono i soggetti con Disturbi Specifici Apprendimento, gli acquisti degli strumenti tecnologici andranno a facilitare i percorsi didattici degli studenti sia a scuola sia a casa.
Coloro che hanno usufruito, precedentemente dei benefici della L.R. 23/99 possono presentare una nuova domanda solo dopo tre anni dalla data di presentazione della richiesta.
L’importo complessivo destinato a tali finanziamenti per l’anno 2013 ammonta a 2.000.000 euro, ripartito tra le varie ASL in base all’incidenza della popolazione generale.
Sono finanziabili le richieste di contributo per l’acquisto di dispositivi domestici, applicativi informatici, software e adattamenti del computer sviluppati per compensare i Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Per poter accedere a tali finanziamenti occorre:
• Prescrizione del medico specialista (pubblico o privato) che motivi la necessità e la conformità dello strumento/ausilio con il progetto sociale ad educativo individualizzato;
• Copia della certificazione di diagnosi, per consentire la verifica anche attraverso un confronto con le UONPIA;
• Autocertificazione del cittadino che attesti di non aver fatto richiesta di altro finanziamento pubblico o di non disporre in forma gratuita dell’ausilio oggetto della domanda e/o di non aver ricevuto altri finanziamenti nel triennio precedente;
• Dichiarazione di accettazione della quota di compartecipazione al costo;
• Copia di preventivo o di fattura/ricevuta fiscale indicante l’elenco degli strumenti con il dettaglio tecnico ed il relativo costo. La fattura/ricevuta fiscale non dovrà essere antecedente 12 mesi dalla data di presentazione della domanda, ad esclusione dei casi in cui la richiesta già presentata l’anno precedente non sia stata accolta per esaurimento fondi e venga ripresentata nuovamente per l’anno in corso;
• In caso di ausili o strumenti acquistati con rateizzazione, qualora non fosse disponibile la fattura, è possibile presentare copia del contratto di finanziamento rilasciata dalla ditta fornitrice o dall’ente che eroga il finanziamento.

La domanda deve essere accompagnata dal progetto individualizzato, per la stesura del quale ci si può far aiutare dal personale specialistico della ASL territorialmente competente o eventualmente dal medico specialista (pubblico o privato) in raccordo con gli operatori della ASL.
Il progetto individuale è un progetto sociale/educativo deve contenere:
• Dati clinici del richiedente;
• Motivazione che giustifichino l’acquisto degli strumenti compensativi;
• Gli obiettivi prefissati;
• Durata del progetto
• Modalità di verifica dei risultati attesi con l’utilizzo degli strumenti informatici

Le richieste devono essere comunque inerenti a soggetti minori di anni 18.
Le richieste escluse dal finanziamento per esaurimento del budget non costituiranno priorità per l’anno successivo, fermo restando che ovviamente potranno essere ripresentate.
Le domande vengono accolte e successivamente valutate solo se prevedono una spesa pari o superiore a 260 euro e sono corredate dalla documentazione sopra descritta. Il tetto massimo di spesa ammissibile è di 15.500 euro

I contributi non supereranno il 70% dei costi complessivi, sostenuti dalla famiglia e comunque fino all’esaurimento del budget con le seguenti precisazioni:
• personal computer da tavolo: contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, 300 euro;
• personal computer portatile: contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, 500 euro;
• in caso di richieste di personal computer che comprendono, oltre all’hardware, anche software specifici previsti dal progetto, nel preventivo e nella documentazione d’acquisto, i costi dovranno essere indicati separatamente, al fine di poter rispettare per l’hardware i massimi consentiti e utilizzare il criterio del 70% per l’acquisto del/dei software;

Le ASL, trasmetteranno le domande entro il 30 maggio 2014.

A seguire il link della Regione Lombardia, con il testo integrale del Bando.

http://www.famiglia.regione.lombardia.i ... 014%20.pdf





AGIAD - Laura Gargioni -
LauraGargioni
 
Messaggi: 31
Iscritto il: ven set 27, 2013 12:59 pm

Torna a News

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron